Accordo ADR 2023: le principali novità

Accordo ADR 2023: Sintesi delle novità

Il nuovo Accordo ADR 2023

Il 1° gennaio 2023 è entrato in vigore il Regolamento ADR 2023, ovvero l’ultimo aggiornamento all’Accordo europeo per il trasporto stradale di Merci pericolose (ADR). Il recepimento dell’aggiornamento biennale dell’ADR beneficia di un periodo transitorio sino al 30 giugno 2023.

 

Le modifiche al Regolamento ADR nella nuova edizione 2023

Quali sono i cambiamenti più significativi risultato del lavoro Gruppo di lavoro sul trasporto di merci pericolose dell'UNECE?

Come per gli aggiornamenti precedenti, non vi è un cambiamento sostanziale, se non precisazioni e modifiche relative a specifici casi o aspetti tecnici particolari.

Dunque, vediamo in sintesi i principali aggiornamenti recepiti nella nuova edizione del Manuale ADR relativamente alle istruzioni di trasporto e imballaggio di merci pericolose che viaggiano su strada e che dobbiamo seguire dal 1° gennaio 2023 e fino a tutto il 2024 (salvo variazioni).

 

Quali sono le novità più rilevanti per l’imballaggio e il trasporto su gomma di merci pericolose

Proponiamo una breve carrellata degli aggiornamenti e degli emendamenti pubblicati nell'edizione 2023 dell'ADR. Puoi trovare le stesse informazioni nel documento di Sintesi all'aggiornamento ADR pubblicato da UNECE.

 

Un aggiornamento che interessa tutti

Il primo cambiamento che vogliamo segnalare è l’estensione dell’obbligo di nomina di un consulente ADR a tutti i soggetti che trasportano e/o spediscono merci pericolose, anche se solo speditori anche occasionali e/o di quantitativi minimi di merci che rientrano tra i materiali pericolosi per il trasporto. Per questa disposizione, l’obbligo è a partire dal 1° gennaio 2023, dato che si tratta di una norma già in vigore con l’ADR 2019 in regime di esenzioni.

 

Le altre novità ADR 2023

Ecco un elenco degli altri aggiornamenti più rilevanti come sintetizzato dalla Commissione Unece.

  • Capitolo 1
    • Paragrafo 1.1.3.6 - esenzioni per unità di trasporto: alla categoria di trasporto 2 è introdotto il numero ONU 3291 – Rifiuti ospedalieri/medicali N.A.S., classe 6.2.
    • Aggiunto un nuovo paragrafo 1.1.4.7, relativo a recipienti a pressione ricaricabili autorizzati dal Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti d’America.
    • Capitolo 1.2.1: Aggiunte nuove definizioni e aggiornate alcune definizioni già esistenti
    • Modificati i paragrafi relativi al ruolo delle autorità e degli organismi di controllo e al rilascio dei certificati
    • Capitolo 1.6: eliminate le misure scadute e aggiunte nuove misure transitorie relative ai contenitori cisterna
  • Capitolo 2
    • Eliminato il numero UN 1169 (ESTRATTI, AROMATICI, LIQUIDI) della classe 3;
    • Modificato il numero UN 1197 ESTRATTI, LIQUIDI per aromatizzare
    • Il Numero UN 1891 (BROMURO DI ETILE), passa dalla classe 6.1 alla classe 3;
    • Gli imballaggi dimessi, vuoti, non ripuliti appartenenti al numero ONU 3509, possono essere trasportati alla rinfusa anche in veicoli telonati, containers telonati o containers per il trasporto alla rinfusa telonati (disposizione speciale VC1);
    • Aggiunti 3 perossidi (UN 3105, UN 3107, UN 3117)
    • Per la classe 8, è specificato al 2.2.8.1.5.2 di attribuire il gruppo di imballaggio I per quelle materie corrosive alle quali non è possibile definire il gruppo di imballaggio in base ai test.
  • Capitolo 3
    • sono modificate alcune disposizioni speciali e ne sono aggiunte alcune nuove
    • Aggiunto nuovo numero UN 3550 (COBALTO DIIDROSSIDO IN POLVERE) della classe 6.1.
    • Si segnala l’eliminazione della rubrica UN 1169
    • modifiche alla tabella A
  • Capitolo 4.1
    • aggiornati alcuni riferimenti alle disposizioni di imballaggio e modificate alcune definizioni per imballi della classe 2 relativi alle bombole di GPL
  • Capitolo 5
    • Modifiche alla documentazione
    • Si segnala l’eliminazione del numero di telefono dall’etichetta per il trasporto di batterie al Litio:

ADR 2023 etichetta batterie al Litio

  • Capitolo 6
    • Modifiche relative al trasporto di recipienti sottopressione
    • Modifiche relative alle cisterne, in particolare con l’obbligo della presenza di valvole di sicurezza e della relativa marcatura:

ADR 2023 etichetta SV grandeADR 2023 etichetta SV piccola

 

  • Capitolo 9
    • si segnalano nuove disposizioni relative alla approvazione di veicoli elettrici per il trasporto di merci pericolose.

Accordo ADR 2023: Testo Regolamento 2023

 

 

Se vuoi conoscere in maniera più specifica la nuova edizione del Regolamento ADR, scarica il documento rieilogativo UNECE

scarica il documento riepilogativo a cura di UNECE

 

Questa è solo una traccia sommaria informativa

Per una visione più completa visita il sito ufficiale UNECE.

Abbiamo appena accennato ai cambiamenti più significativi del nuovo Regolamento ADR 2023. La realtà normativa per il trasporto di merci pericolose su strada, infatti, è giustamente complessa e richiede una approfondita conoscenza. Chi si occupa di imballare e trasportare merci dangerous su gomma, deve essere costantemente e correttamente aggiornato e attenersi alle disposizioni del Regolamento.

Se vuoi approfondire le novità ADR edizione 2023, scarica la nostra nota riepilogativa.
Oppure, puoi attingere tutte le informazioni, visitando il sito UNECE alla sezione relativa al Regolamento ADR.

 

Un imballatore di Merci pericolose è obbligato a seguire i periodici aggiornamenti ai Regolamenti internazionali e nazionali, seguendo specifici corsi di formazione presso istituti accreditati.

Solo conoscendo perfettamente la normativa puoi avere la garanzia di una corretta movimentazione di queste merci particolari. Imballaggi e trasporti di merci pericolose a norma ADR, significa TRASPORTI SICURI, merci sempre INTATTE, SICUREZZA per le persone e per l'ambiente, RISPARMIO di tempo e denaro.

 

In Cefis possiamo certificare le nostre competenze in materia di imballaggio di Merci Pericolose, oltre a una notevole esperienza ormai accumulata in oltre 20 anni di imballaggio DG e oltre 70 anni di imballaggio industriale! Se sei interessato, puoi verificare qui le nostre certificazioni.

 

Cefis imballaggi è certificata per imballare merci ADR, per compilare e firmare i multimodal e per fornirti consulenza certificata.