Dal 1° gennaio è entrato in vigore l’Accordo ADR 2021

Novità Adr 2021: il nuovo accordo internazionale Adr per l'imballaggio e il trasporto di merci pericolose su strada è stato aggiornato

Accordo ADR 2021: sono pochi i cambiamenti rilevanti

Il 1° gennaio 2021 è stata pubblicata la nuova edizione dell’accordo ADR per il trasporto stradale delle merci pericolose. Il termine ultimo per l’adeguamento alle novità normative è il 30 giugno 2021. L’ADR 2021 diventerà obbligatorio dal 1° luglio 2021.

 

Quali sono le novità dell’Adr 2021

Prima di tutto vale la pena sottolineare come l’aggiornamento Adr 2021 contenga poche novità rispetto alla edizione precedente del 2019.

Infatti, la situazione sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19 ha fortemente limitato il tavolo di discussione. Questo, oltre alla situazione difficile in cui si trova gran parte delle aziende e la precarietà degli scenari futuri ha reso necessario rimandare alla prossima revisione l’aggiornamento di alcuni argomenti.

 

Cosa cambia rispetto all’Adr 2019

Le novità più interessanti riguardano il trasporto su strada di materiale radioattivo e di materiale infettante (rifiuti medicali e sanitari infettanti). Gli altri cambiamenti riguardano la definizione di nuovi codici e nuove etichette.

Per il resto, rimanendo valida la struttura normativa dell’Adr 2019, sostanzialmente non variano le modalità di gestione del trasporto su strada delle merci pericolose.

 

Ecco una breve sintesi per punti delle novità dell’edizione 2021 dell’accordo ADR

  • viene eliminata la dicitura “Europeo” dalla definizione dell’accordo, per cui non è più “European Agreement concerning the International carriage of Dangerous goods by Road”, ma semplicemente “Agreement…”
  • l’obbligo di nomina di un consulente Adr viene ampliato anche alle aziende che svolgono esclusivamente l’attività di speditore (spedizionieri)
  • subisce modifiche la classificazione di alcune merci pericolose appartenenti alle classi 1., 6.2. e 7.
  • sono stati introdotti nuovi numeri ONU nella tabella A, oltre a nuove disposizioni speciali e nuove istruzioni di imballaggio:
    • UN0512 Detonatori da mina elettronici programmabili (1.4.B)
    • UN0513 Detonatori da mina elettronici programmabili (1.4.S)
    • UN 3549 Rifiuti medicali infettanti per la classe 6.2
  • è inserita la divisione 1.6 della classe 1
  • il paragrafo relativo ai nomi generici o “non altrimenti specificati” N.A.S. (par. 3.1.2.8) è stato aggiornato
  • è ampliata la gamma di merci che rientrano nell’UN 3171 per i veicoli alimentati a batterie e nell’UN 3536 per le batterie al Litio installate in veicoli da trasporto (disposizioni speciali del capitolo 3.3)
  • l’istruzione di imballaggio P801 subisce modifiche
  • è cambiata la dimensione dell’etichetta per il trasporto di batterie, in accordo con le altre normative
  • il codice di restrizione per i passaggio in galleria di veicoli che trasportano merci pericolose è stato modificato
  • sono aggiornate le disposizioni di trasporto in esenzione 1.1.3.7.

 

Altre novità presenti nell’Adr 2021

Come si può vedere non cambia sostanzialmente la gestione del trasporto su strada di merci pericolose a livello internazionale.

Segnaliamo invece la sottoscrizione da parte dell’Italia dell’accordo multilaterale in deroga M329, che sostituisce l’accordo precedente M287. L’accordo multilaterale introduce nuove deroghe all’Adr relativamente alla classificazione di alcuni rifiuti pericolosi e relative disposizioni di imballaggio, documentazione e trasporto. Tale accordo, salvo particolari aggiornamenti futuri, avrà validità fino al 2025.

 

Adeguarsi ai nuovi accordi ADR significa aumentare la sicurezza del trasporto di merce pericolosa su strada

 

Se non conosci l’argomento delle merci pericolose per il trasporto e desideri saperne di più, puoi leggere il nostro approfondimento sul regolamento di trasporto delle merci pericolose.

 

Oppure puoi anche visitare la pagina tematica di Wikipedia.